Mimic Project – Motion capture Open Source per il controllo remoto dei robot e della Realtà virtuale

3

Banner progetto mimic

1 Panoramica del progetto

Mimic è il primo progetto Open Source che la DAM Bros rilascia con licenza Creative Commons BY-NC-SA per permettere a chiunque di catturare i movimenti del corpo utilizzando materiale di uso quotidiano e tecnologie semplici ed economiche. Questi dati digitalizzati possono essere utilizzati per controllare robot umanoidi, modelli di realtà virtuale ed interagire con sistemi complessi. Il controllo è stato realizzato su tre diverse board molto popolari tra i makers: Arduino Uno, Arduino Mega e  la STM32 NucleoF401RE.

1.1 Principio di funzionamento del sistema

Un esoscheletro equipaggiato con una rete di potenziometri trasforma i movimenti degli arti superiori di chi lo indossa in variazioni di resistenza...

Read More

DAM-Bot Prime

0

20161012_190404_001

Prime è il primo DAM-Bot umanoide realizzato per l’insegnamento avanzato della robotica. Ha un corpo stampato in 3D e 10 servomotori che fungono da muscoli e movimentano le sue articolazioni. Presto sarà dotato di due grandi e potenti gambe che gli permetteranno di muoversi completamente come un essere umano. Può essere equipaggiato sia con una scheda Arduino Nucleo che cono una scheda Nucleo Nano.

CARATTERISTICHE TECNICHE:

Peso: 400 g

Altezza: 27 cm

Materiale: PLA

Alimentazione: Powerbank da 4400 mAh

Movimento: 10 Servomotori SG90 + motoriduttori ad hoc stampati

Sensori: Potenziometri di un esoscheletro indossabile

Controller: Nucleo Nano

Read More

HackFest 2016

0

In occasione dell’HackFest, l’evento di elettronica e programmazione tenutosi alla STMicroelectronics di Arzano(NA) il 10 e l’11 settembre, il nostro team insieme a quello dell’ Associazione Bytemotion ha gettato un ponte tecnologico tra il mondo reale e quello virtuale collegando un esoscheletro homemade realizzato dalla DAM Bros Robotics con un modello virtuale realizzato dall’altro Team. Grazie a questo progetto la DAM Bros Robotics è risultata tra i 4 team vincitori nella competizione dell’HackFest 2016 che ha visto la partecipazione di 22 squadre, tra le quali una dell’ENEA e altre delle università di Napoli e Salerno.

Il nostro team ha ricevuto il riconoscimento del comitato tecnico-scientifico, composto dall’assessore alle start-up della Regione Campania Fascione, dall’amminst...

Read More